Guida alle Detrazioni Fiscali 2015

450x305Grazie a quella che alcuni di noi ricordano ancora come la vecchia legge Finanziaria, è stata prorogata al 31 dicembre 2015 la possibilità di usufruire della Detrazione Irpef al 50% e al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica. La Detrazione varia a seconda che si parli rispettivamente di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica o di pannelli solari per la produzione di acqua calda, ma in entrambi i casi il limite massimo di spesa di 96 mila euro per unità immobiliare.

Si disporrà poi di una detrazione al 40% per le spese che saranno sostenute nel 2015. A partire dal primo gennaio 2016, invece, la detrazione tornerà nella misura ordinaria del 36%, con il limite di soli 48 mila euro per unità immobiliare.

Contrariamente a quanto si potrebbe credere, gli incentivi al fotovoltaico 2015 nella forma delle detrazioni fiscali non fanno parte degli sgravi per il risparmio energetico (Ecobonus) ma in quelli per le ristrutturazioni edilizie. Come chiarisce infatti la guida dell’Agenzia delle entrate per le detrazioni al 50% “rientra tra i lavori agevolabili l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, in quanto basato sull’impiego della fonte solare e, quindi, sull’impiego di fonti rinnovabili di energia.
Tuttavia, detrazioni al 65% – quindi ancora maggiori – sono disponibili per l’acquisto e l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda. In questo caso il punto di riferimento è la guida dell’Agenzia delle entrate sulle detrazioni per il risparmio energetico (Ecobonus).

Per accedere agli incentivi sono sufficienti due passaggi:

  1. Inviare all’Asl competente per territorio una comunicazione con raccomandata A/R, prima di iniziare i lavori.
  2. Pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento

Per usufruire della detrazione è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione.

Il modo migliore per ricevere maggiori informazioni sul fotovoltaico e per essere il più possibile informati, è quello di confrontare preventivi gratuiti da installatori della zona in cui si abita: in questo modo, potrete valutare preventivi coerenti e personalizzati in base alle caratteristiche della vostra abitazione, valutare le varie alternative proposte e eventualmente scegliere la soluzione migliore per il vostro caso specifico. Procedi in questa pagina per confrontare preventivi gratuiti e non perdere nessuna occasione di risparmio.